081.1975.1975

Centro Prenotazioni Offerte Hotel a Ischia

Servizio GRATUITO, pagamento in Hotel, nessun impegno!

Overlay
Operatori
Alessio
Daniele
Luciana
Luigi
Antonio
Emanuele
Dario
Il Team
100% Ischia! Siamo tutti operatori locali, a tua disposizione per aiutarti nella scelta e per illustrare le caratteristiche degli alberghi di tuo interesse. Il servizio è GRATIS, nessun costo aggiuntivo è dovuto. Puoi chiamare senza impegno il numero di rete fissa 081.1975.1975, sarai messo in contatto diretto con l'Hotel da te scelto ed avrai diritto al prezzo minimo garantito.
Per i nostri Clienti siamo il n°1! Molto Buono 8.5

Su 520 recensioni

Informazioni Isola d'Ischia Geografia

Geografia - Isola d'Ischia

Geografia - Isola d'Ischia

L’isola d’Ischia è la più grande delle isole del Golfo di Napoli. Per estensione è in Italia la seconda delle isole minori, più piccola solo dell’Elba. Per numero di abitanti è invece la più popolosa, naturalmente dopo Sicilia e Sardegna.

È amministrativamente divisa in sei comuni: Ischia, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana e Barano d’Ischia.


Dal punto di vista geologico l’isola è il risultato di numerose eruzioni vulcaniche succedutesi nell’arco di millenni. L’ultima, nel 1302, rase al suolo buona parte dell’attuale comune di Ischia e una parte di Barano, anche se è l’eruzione cosidetta del Tufo Verde del Monte Epomeo, circa 55.000 anni fa, quella che ha determinato più di un terzo dell’attuale morfologia.

L’Epomeo, la montagna simbolo di Ischia con i suoi 789 metri s.l.m., non è un edificio vulcanico in senso classico, come, per intendersi, lo sono il Vesuvio e l’Etna, ma è l’esito di un millenario processo di sollevamento di materiale piroclastico e tufaceo, noto come risorgenza calderica.

In altri termini, non è corretto dal punto di vista scientifico dire dell’Epomeo che è un vulcano, perchè è l’intera isola d’Ischia ad essere nient’altro che la parte emersa di un gigantesco vulcano sottomarino. Questa tesi, nota come teoria dell’horst tettonico-vulcanico, fu avanzata per la prima volta dal grande vulcanologo svizzero Alfred Ritmann e, ancora oggi, è la posizione maggiormente accreditata presso gli ambienti accademici.

Quel che è certo, la fertilità del suolo vulcanico ha restituito all’isola e ai suoi abitanti una vegetazione mediterranea così ricca e straripante da valere bene l’appellativo di "isola verde", l’altro nome con cui è conosciuta Ischia nel mondo. Merito anche di un clima mite, senza grosse escursioni termiche e con prevalente concentrazione delle piogge nei soli mesi invernali, che poi lasciano spazio ad una stagione calda che dura, sia pure con diversa intensità, fino a otto mesi l’anno.

Informazioni essenziali,
in breve!