081.1975.1975

Centro Prenotazioni Offerte Hotel a Ischia

Servizio GRATUITO, pagamento in Hotel, nessun impegno!

Overlay
Operatori
Alessio
Daniele
Luciana
Luigi
Antonio
Emanuele
Dario
Il Team
100% Ischia! Siamo tutti operatori locali, a tua disposizione per aiutarti nella scelta e per illustrare le caratteristiche degli alberghi di tuo interesse. Il servizio è GRATIS, nessun costo aggiuntivo è dovuto. Puoi chiamare senza impegno il numero di rete fissa 081.1975.1975, sarai messo in contatto diretto con l'Hotel da te scelto ed avrai diritto al prezzo minimo garantito.
Per i nostri Clienti siamo il n°1! Molto Buono 8.5

Su 520 recensioni

Informazioni Forio d'Ischia Escursioni Le Fumarole del Bellomo

Le Fumarole del Bellomo - Forio d'Ischia

Le Fumarole del Bellomo
Informazioni Forio d'Ischia Escursioni

Le Fumarole del Bellomo

Il campo fumarolico più esteso dell'isola d'Ischia.
Quella che stiamo per raccontare non è una passeggiata nè una semplice escursione. Data la difficoltà del percorso possiamo definirla, con un po' di enfasi, un'avventura assolutamente da sconsigliare a meno di essere escursionisti esperti (in ogni caso mai da soli).

Siamo andati a vedere da vicino, infatti, il campo fumarolico più esteso dell'isola d'Ischia, di cui fa parte anche la "Bocca di Tifeo", la fumarola di Montecorvo il cui sentiero è stato ripristinato nel 2012 dalla Pro Loco di Panza.

Stavolta però siamo saliti da località Bellomo, una zona intensamente coltivata a vite. Tra gli appezzamenti spiccano, senza dubbio, quelli della Tenuta Giardini Arimei, quattro ettari di vigneto in un'antica proprietà del '700 rilevata e interamente ristrutturata a inizio millennio dalla famiglia Muratori, imprenditori tessili del bresciano col pallino della viticoltura.



Un'agricoltura eroica, fatta di "parracine" (i tradizionali muri a secco locali) e terrazzamenti. Lungo il sentiero sono molte le tracce di quest'antica vocazione rurale che è poi la vera cifra dell'isola d'Ischia. In posti ora quasi inacessibili, dominati da rovi e arbusti tipici della macchia mediterranea, ci si imbatte ancora in cellai e cantine interamente scavate nel tufo verde del Monte Epomeo.

Ad accompagnarci lungo il tragitto Nello Migliaccio, tra i soci fondatori della sottosezione CAI Isola d'Ischia, escursionista esperto e profondo conoscitore del territorio. Senza di lui non saremmo mai arrivati fin quassù a 127 metri sul livello del mare.

Il panorama è stupendo, tanto più in una tersa giornata autunnale sgombera da nubi e umidità. Altro elemento caratteristico del paesaggio è il famoso "Cyperus Polystachyus", pianta rara che cresce solo in prossimità delle fumarole. Trattandosi di un'area estesa quasi un chilometro quadrato se ne incontrano diverse praterie circondate da fichi d'India e orzo, erbacea di cui sono assai ghiotti i conigli selvatici presenti in zona.

Insomma, le fumarole del Bellomo, insieme ai Pizzi Bianchi e a Punta San Pancrazio sono i "capitoli" più belli della natura dell'isola d'Ischia. Un "grande" racconto che, in queste aree di difficile accessibilità, diventa addirittura "magnifico" mostrando il vero volto della più grande e bella delle isole partenopee. Vi aspettiamo!

Potrebbero interessare anche: 
Dai Pizzi Bianchi a Cavascura

Alla scoperta di Punta San Pancrazio
Le Fumarole del Bellomo 0 Le Fumarole del Bellomo 1 Le Fumarole del Bellomo 2 Le Fumarole del Bellomo 3 Le Fumarole del Bellomo 4 Le Fumarole del Bellomo 5 Le Fumarole del Bellomo 6 Le Fumarole del Bellomo 7 Le Fumarole del Bellomo 8 Le Fumarole del Bellomo 9 Le Fumarole del Bellomo 10 Le Fumarole del Bellomo 11 Le Fumarole del Bellomo 12 Le Fumarole del Bellomo 13 Le Fumarole del Bellomo 14 Le Fumarole del Bellomo 15 Le Fumarole del Bellomo 16 Le Fumarole del Bellomo 17 Le Fumarole del Bellomo 18 Le Fumarole del Bellomo 19 Le Fumarole del Bellomo 20 Le Fumarole del Bellomo 21
Articoli correlati...