081.1975.1975

Centro Prenotazioni Offerte Hotel a Ischia

Servizio GRATUITO, pagamento in Hotel, nessun impegno!

Overlay
Operatori
Alessio
Daniele
Luciana
Luigi
Antonio
Emanuele
Dario
Il Team
100% Ischia! Siamo tutti operatori locali, a tua disposizione per aiutarti nella scelta e per illustrare le caratteristiche degli alberghi di tuo interesse. Il servizio è GRATIS, nessun costo aggiuntivo è dovuto. Puoi chiamare senza impegno il numero di rete fissa 081.1975.1975, sarai messo in contatto diretto con l'Hotel da te scelto ed avrai diritto al prezzo minimo garantito.
Per i nostri Clienti siamo il n°1! Molto Buono 8.5

Su 1673 recensioni

Informazioni Isola d'Ischia Ricette I roccocò

I roccocò - Isola d'Ischia

I roccocò
Informazioni Isola d'Ischia Ricette

I roccocò

Dolce tipico della gastronomia partenopea
Il roccocò è un dolce tipico napoletano realizzato con mandorle, farina, zucchero e varie spezie. È cotto al forno e ha una forma tondeggiante simile a quella di una ciambella schiacciata. Viene fuori un biscotto particolarmente duro che ben si presta a essere bagnato nel vermouth, nel vino bianco, nel marsala o anche nello spumante.

Tradizione vuole che questo biscotto faccia la comparsa sulle tavole dei napoletani, quindi anche a Ischia, il giorno della Ss. Immacolata, l’8 dicembre, e accompagni i fine pasto dei partenopei per tutto il periodo delle vacanze natalizie. Il nome deriva probabilmente dal francese "rocaille" che significa, grosso modo, conchiglia.

Di seguito gli ingredienti e la preparazione:

-1/2 kg di farina -12 gr. di pisto (e/o cannella)
-1/2 kg di zucchero -2 gr. ammoniaca per dolci
-300 gr. di mandorle sgusciate -150 gr. di acqua
-1 buccia d'arancia e 1 di limone grattugiate -1 uovo

La realizzazione è abbastanza semplice. Disporre farina e zucchero a fontana sul piano di lavoro e successivamente aggiungere in sequenza: mandorle (una parte intere, l’altra tritate); buccia d’arancia e di limone grattugiate; spezie in polvere (pisto) o cannella; un pizzico di ammoniaca per dolci; acqua.



Lavorare l’impasto finchè non ottiene una consistenza adeguata. L’amalgama è completato quando la pasta si stacca dal piano di lavoro. Dividere l’impasto in singole porzioni. Da ciascuna porzione vanno ricavati dei bastoncini a cui poi subito dopo si provvede a dare la forma di ciambella.

In un piatto sbattere un uovo senza lavorarlo troppo. Servirà per la spennellatura dei dolci dopo averli riposti in una teglia su carta da forno, badando bene a che siano sufficientemente distanziati l’uno dall’altro.

Cuocere per mezz’ora circa (anche meno) in forno ventilato a 180°C già caldo, facendo attenzione alla doratura delle singole ciambelle. Toglierle mano a mano che si coloriscono.

Una volta pronti, far raffreddare i roccocò (va bene adagiarli anche sulla griglia del forno), dopo di che sono pronti per essere mangiati, anche se è parere quasi unanime che siano necessari un paio di giorni di riposo per gustarne a pieno il sapore. Se piacciono più duri l'ideale è chiuderli in un contenitore di latta; viceversa possono pure essere lasciati all'aperto.



I roccocò 0 I roccocò 1 I roccocò 2 I roccocò 3 I roccocò 4 I roccocò 5 I roccocò 6 I roccocò 7 I roccocò 8 I roccocò 9 I roccocò 10 I roccocò 11 I roccocò 12 I roccocò 13 I roccocò 14
Articoli correlati...